Anice per digerire

0

L’Anice è una pianta della famiglia delle Umbelliferae, ed è chiamato Pimpinella Anisum.

Dalle ben note proprietà stomatiche e digestive, dell’Anice si utilizzano i semi che sono spesso utilizzati anche in cucina, in numerose preparazioni tipiche prevalentemente dolciarie, si pensi agli anicini o ai deliziosi zuccherini, rotoli di pastafrolla cresciuti al forno con semi di anice all’interno dell’impasto e decorati con una glassa di zucchero bianco che viene preparata utilizzando un infuso di anice per sciogliere lo zucchero in luogo della normale acqua.

Oltre ad avere proprietà digestive, l’anice è anche un ottimo rimedio contro l’alito pesante.

Per ottenere un ottimo infuso digestivo, ottimo sia per le sue benefiche proprietà che per il suo aromatico sapore, basterà mettere un cucchiaino di semi di anice in una tazza o in un bicchiere e versare 150 ml di acqua bollente e lasciare in infusione circa 15 minuti.

L’infuso può essere dolcificato a piacere, è anzi preferibile dolcificarlo non tanto per il sapore, quanto perché lo zucchero nell’infuso, che va bevuto tiepido coadiuva l’effetto stomachico  dell’anice.

Se non gradiamo l’infuso o se non abbiamo mode o tempo di prepararlo, per ottenere un effetto quasi altrettanto immediato basterà tenere in bocca qualche seme di anice e, piano piano farli sciogliere.

I semi di anice masticati lentamente e sciolti in bocca, hanno anche un gradevole effetto contro il cattivo alito.

Se soffriamo di pesantezza di stomaco o di alitosi, portare con noi, per ogni evenienza, un piccolo contenitore con qualche seme di anice, che avremo cura, se non usati, di gettare periodicamente, sarà per noi spesso un vero e proprio asso nella manica.

Share.